contatori web RSS Facebook Twitter Google + Google + Pinterest Pinterest Likendin
Motore di ricerca Interno

   Archivio
   Link

  Salerno   Promuoviamo Arte




RSS Facebook Twitter Google + Google + Pinterest Pinterest Likendin
    Consegna opera unica di Massimo Sansavini al Comune di Salerno Mercoledì 26 Giugno 2019 alle ore 11.00 sarà consegnata a Palazzo di Città l’opera scultorea dell’artista Massimo Sansavini, quale segno di gratitudine verso l’Amministrazione Comunale e la Città di Salerno per aver sostenuto la realizzazione della tappa della mostra Touroperator nella Stazione marittima Zaha Hadid nel Giugno 2017. L’opera di Sansavini (artista di fama internazionale nato a Forlì nel 1961*) sul tema delle migrazioni sarà consegnata al Sindaco Vincenzo Napoli ed al Presidente della Commissione Cultura Ermanno Guerra dal Dott. Angelo Criscuoli, responsabile organizzativo dell’evento, e dal Dott. Nello Arionte, Presidente di Promuoviamoarte.
     

     

    Titolo: “Save Our Souls, Sunrise” (S.O.S, Alba)

    Tecnica: legno laccato e ceramica vietrese

    Dimensioni: cm 50x50x4

    Anno di realizzazione: 2018

     

     
     

    L’opera è ispirata alla suddetta tappa della mostra Touroperator nell’avveniristica Stazione marittima Zaha Hadid di Salerno nel Giugno 2017.

    Ideata dallo stesso Sansavini, Touroperator è una mostra itinerante incentrata sul tema delle migrazioni, presentata nel 2016 al Parlamento Europeo di Bruxelles ed ospitata in diverse città italiane** per raccontare in maniera diversa le difficoltà di chi fugge da guerre e carestie, rischiando le vita propria e dei propri figli.

    La scultura è realizzata con ceramica vietrese e legno laccato, fondendo il design neofuturista dell’autore con la brillantezza della ceramica vietrese. Ciò costituisce una novità assoluta nella produzione di Sansavini (che solitamente realizza sculture solo con incastri di legno laccato) ed un chiaro omaggio al contesto ospitante.

    Il grande cuore centrale disegnato dall’artista raffigura, attraverso una decalcomania su ceramica (fissata in terza cottura ad altissima temperatura), una fase del giorno in cui avviene la rischiosa traversata in mare, come se si trattasse di un viaggio fiabesco verso una terra felice su cui convergono tutte le speranze.

    Le piccole sagome in ceramica dipinta a mano (stella, luna, pesci, cavalluccio marino) che circondano il cuore (carico di sogni ed emozioni), movimentano il cielo ed il mare, idealmente fusi nella brillante laccatura verde mare (tra il turchese e lo smeraldo) del fondo.

    *Biografia di Massimo Sansavini: https://www.sansavini.it/SANSAVINI/about_me.html

     

    **Dal 2016 al 2019 la mostra Touroperator è stata esposta nelle seguenti sedi:

    1.      Musei San Domenico – Forlì

    2.      Parlamento Europeo – Bruxelles

    3.      Assemblea Legislativa Regione Emilia-Romagna – Bologna

    4.      Fondazione Dino Zoli per l’Arte Contemporanea – Forlì

    5.      Comune di Imola (BO)

    6.      Stazione Marittima Zaha Hadid – Salerno

    7.      Museo della Marina Regia – Palermo

    8.      Galleria Manica Lunga Musei della Città – Ravenna

    9.      Fondazione Tito Balestra per l’Arte Contemporanea – Longiano

    10.  Comune di Fasano – Br

    11.  Museo di Stato di San Marino – Città di San Marino

     

     
     

    Carissimo Sindaco Vincenzo Napoli,

    Gentilissimo Presidente della Commissione Cultura Ermanno Guerra,

    Voglio esprimervi ancora il mio ringraziamento per l’accoglienza della mostra Touroperator a Salerno.

     

    In questo periodo la mostra, che sta ancora girando l’Italia, è esposta al Museo di Stato di San Marino, e, seppure siano passati quasi tre anni da quando l’esposizione è iniziata, la tematica che essa tratta è più che mai attuale.

     

    Undici esposizioni, in varie parti del Paese ed al Parlamento Europeo di Bruxelles, testimoniano quanto il tema dell'immigrazione e dell'integrazione sia delicato e crei contrapposizioni e divisioni.

     

    Ho pensato a Touroperator come ad un argine dell’arte e della cultura nei confronti di una scarsa conoscenza di questo fenomeno e di tutte le sue sfaccettature che portano a scontri, nuovi nazionalismi e atteggiamenti di odio razziale.

     

    L’Europa ha già visto questi momenti bui settant’anni fa, ed è proprio con questa mostra, con i ragazzi delle scuole e con gli insegnanti, che voglio mantenere viva una memoria storica che non deve e non può essere cancellata.

     

    L’accoglienza fa parte della storia di noi italiani, che per primi abbiamo provato sulla nostra pelle cosa vuole dire essere migranti e non essere accettati.

    Vi saluto ricordando Salerno come uno dei miei luoghi del cuore,

    dove Touroperator ha avuto una delle migliori esposizioni di tutto il suo percorso.

    Un abbraccio

    Massimo Sansavini

     

     

     

     




Giovedì 27 giugno 2019

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported
@Reserved: Tutti i diritti sono riservati vietato la riproduzione anche parziale i trasgressori verranno puniti dalla legge.
Tutti i video che sono presente in questo sito sono senza scopo di lucro.

Le immagini raffiguranti loghi e marchi delle associazioni sono di proprietà dei rispettivi titolari. NotizieIrno è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti sul sito sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo. , che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.