RSS Facebook Twitter Google + Google + Pinterest Pinterest Pinterest Istagram    
   Link

   Sanità:
  MEDICINA DONNE RUGGI A RISCHIO FOCOLAIO
   
MEDICINA DONNE RUGGI A RISCHIO FOCOLAIO Abbiamo inoltrato alla Direzione strategica del Ruggi una nota in cui si cercava di far attenzionare il rischio che si corre nella Unità Operativa Complessa dell’ex Medicina Donne del Ruggi, attesa la particolare situazione anche logistica: la impossibilità di definire percorsi “sporco-pulito” e quindi garantire operazioni di vestizione/svestizione in maniera corretta, con spazi identificati e differenziati, mette a rischio di contagio gli operatori e di conseguenza tutti gli utenti. Già abbiamo dovuto rilevare circa una decina di infetti tra pazienti e operatori, e il rischio è ancora maggiore, per cui si richiedono degli interventi
urgenti, ipotizzando anche la chiusura momentanea del reparto per creare percorsi differenziati e in sicurezza. Ovviamente ci si attende un autorevole intervento della Direzione strategica, perché altrimenti quest’ultima diventa direttamente responsabile di mancata tutela e sicurezza per tutti gli operatori, e quindi per tutti i pazienti, che afferiscono a quel reparto.

Il Segretario Generale
Pietro Antonacchio

NOTA

Al Direttore Generale AOU Salerno

Al Direttore Sanitario

Al Direttore Medico di Presidio Stabilimento Ruggi

Al Direttore SITRA

                                                                       Al Direttore Clinica Medica ed Epatologia

Ai delegati RSU/RSA/RLS

Ai lavoratori interessati

 

Oggetto: Criticità ex UOC Medicina Donne

 

       In riferimento all’oggetto corre l’obbligo alla scrivente rilevare che, presso la struttura di Clinica Medica e Patologia (ex Medicina Donne), allo stato permangono gravi criticità, la cui soluzione meriterebbe anche di ipotizzare una sospensione delle attività e una riorganizzazione del servizio anche logistica, per la messa in opera di percorsi finalizzati alla tutela dei lavoratori.

A tal proposito di segnala l’assenza di spazi idonei e differenziati predisposti alla vestizione e svestizione e che addirittura lo spazio unico individuato, nel quale effettuare entrambe le procedure, nei pressi e antistante la sala di isolamento è sprovvisto di lavandino per poter procedere ad una accurata igiene.

Sembrerebbe inoltre non ancora socializzate tra gli addetti specifiche procedure e percorsi definiti, se e qualora esistenti, e che benchè linee interne di riorganizzazione del lavoro prevedano l’impossibilità di andare oltre alle tre ore continuative in area contumaciale, il mancato potenziamento della dotazione organica e una coerente distribuzione degli organici, non permette la presa in carico globale di tutti i pazienti inclusi quelli non affetti da Covid.

Poiché tale attuale condizione ha già causato circa una decina di contagi tra operatori ed utenti e che tale focolaio a breve potrebbe esplodere in maniera grave, si invita ad un autorevole intervento al fine di evitare che tale incresciosa situazione possa degenerare irreversibilmente.

 

Il Segretario Generale

        Pietro Antonacchio

 

 

 

Firma autografa omessa ai sensi
dell’art. 3 del D. Lgs. n. 39/1993

    Lascia un commento

    * Nome
    * Mail
    Commento
Venerdì 11 dicembre 2020
  RSS Facebook Twitter Google + Google + Pinterest Pinterest Pinterest Istagram    


Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported
@Reserved: Tutti i diritti sono riservati vietato la riproduzione anche parziale i trasgressori verranno puniti dalla legge.
Tutti i video che sono presente in questo sito sono senza scopo di lucro.

Le immagini raffiguranti loghi e marchi delle associazioni sono di proprietà dei rispettivi titolari. NotizieIrno è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti sul sito sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo. , che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.