RSS Facebook Twitter Google + Google + Pinterest Pinterest Pinterest
   Link

   Cultura:
  ############### Raffaele
   
RIPARTIREMO PIÙ FORTI DI PRIMA ECCO I 6 TITOLI DI C’ERA UNA VOLTA 9 Aladino, La magica storia della pizza, Jesper il postino di Santa Klaus, Anastasia tra storia e leggenda, Aurora: Bella Addormentata, Il Principe d’Egitto. Tornano le favole al Teatro Delle Arti targate Compagnia dell’Arte Si comincia domenica 18 ottobre: sempre tre repliche alle 11, 17 e 19.15 «Abbiamo approfittato di questa pausa forzata per pensare e creare: vi aspettiamo a casa nostra, non vediamo l’ora» dice il regista Antonello Ronga CON IL FAMILY SHOW RIPARTE IL TEATRO DELLE ARTI: ALADINO SARÀ IL PRIMO SPETTACOLO AL CHIUSO PER LA CITTÀ DI SALERNO Ai “vecchi” abbonati verranno stornate le due date perse nella stagione 8 causa Covid. 65 euro a persona il costo dell’abbonamento Salerno, 12 ottobre 2020 Credere nei sogni prima e dopo la pandemia. Il Covid li ha costretti a casa ma non ha fermato la loro energia ed il loro entusiasmo: la squadra della Compagnia dell’Arte è
pronta a tornare in scena per cantare, recitare e ballare al cospetto di piccoli e grandi. «Ripartiremo più forti di prima – ha detto il regista e direttore artistico Antonello Ronga nel corso della Conferenza Stampa di presentazione al Comune di Salerno – abbiamo approfittato di questa pausa forzata per pensare e creare: via spettiamo a casa nostra e non vediamo l’ora. Vero è che abbiamo vissuto un momento drammatico. L’anno scorso 800, quest’anno sono 200 gli abbonati di C’era una Volta. Ma non possiamo fermarci, siamo vicini al traguardo delle 10 stagioni di favole. Diciamo no ad un ulteriore ridimensionamento e ci affidiamo ai dati del Agis che di recente ha dato una notizia, per noi tutti, meravigliosa. Su 347.262 spettatori in 2.782 spettacoli monitorati tra lirica, prosa, danza e concerti, con una media di 130 presenze per ciascun evento, nel periodo che va dal 15 giugno (giorno della riapertura dopo il lockdown) ad inizio ottobre, si registra un solo caso di contagio da Covid 19 sulla base delle segnalazioni pervenute dalle ASL territoriali. Una percentuale, questa, pari allo zero e assolutamente irrilevante, che testimonia quanto i luoghi che continuano ad ospitare lo spettacolo siano assolutamente sicuri». Sei i titoli che andranno a comporre l’edizione numero 9 di C’era Una Volta, il family show della domenica in programma una volta al mese al Teatro delle Arti di Salerno. Si comincia domenica 18 con Aladino (tre le repliche alle 11, 17 e 19.15) per poi proseguire con La magica storia della pizza (15 novembre) Jesper il postino di Santa Klaus (20 dicembre) Anastasia tra storia e leggenda, Aurora: Bella Addormentata, Il Principe d’Egitto. Le date di questi ultimi tre spettacoli saranno annunciate più avanti. «Sarò anche io in teatro con i miei figli domenica prossima – ha detto l’Assessore al Commercio Dario Loffredo – nella speranza di confermare la diffusione di un messaggio molto importante per tutta la comunità salernitana. Dobbiamo imparare a convivere con il virus, che non vuol dire non vivere. Lo dico da padre, da salernitano, da assessore. Viviamo con responsabilità: mi auguro che le favole siano uno dei tanti piccoli passi che ci condurranno verso un Natale di speranza, senza Luci d’Artista ma con delle piccole illuminazioni in tono minore nelle assi portanti della città». A braccia aperte (ma in grande sicurezza) è pronto ad accogliere grandi e piccoli il cuore pulsante della Compagnia dell’Arte composto da Federica Buonomo, Mauro Collina, Martina Iacovazzo e Valentina Tortora. Tra turnazioni precise, distanziamento sociale, misurazione della temperatura corporea, attori, cantanti e ballerini andranno in scena nel pieno rispetto delle regole anticovid, mettendo in atto le stesse anche e soprattutto per chi siederà in platea. Quella di domenica prossima è una data particolarmente importante. Il re-start di C’era una Volta segna anche la ripartenza del Teatro delle Arti che, ancora in stand by con la sua stagione teatrale e quella targata Che Comico, torna ad alzare il sipario rimettendo le sue speranze nel pubblico dei più piccoli e delle famiglie. «La cultura non si può fermare – ha aggiunto l’Assessore Tonia Willburger – sono felicissima dell’incontro di stamattina che annuncia la ripartenza di questa stagione che appassiona grandi e piccoli. Ricominciare dai più piccoli è bellissimo, regala ottimismo e voglia di credere che stiamo andando nella giusta direzione. Per questo stiamo pensando di continuare a sostenere l’arte mettendo a disposizione un’arena per l’inverno a chi ha dei teatri piccoli e non ha la possibilità di sdoppiare i nuovi cartelloni». In questo lungo tempo di fermo grande e sentito è stato l’abbraccio delle famiglie affezionate alla famiglia della compagnia dell’arte. Nessuno degli abbonati ha chiesto che gli venisse risarcita la quota degli spettacoli persi. In quest’ottica i direttori artistici, Valentina Tortora e Antonello Ronga, hanno deciso di premiare l’affetto dimostrato stornando le due date perse nella stagione 8 causa Covid nella sottoscrizione del nuovo abbonamento. Invariato il costo della tessera per assistere ai sei spettacoli in cartellone: 65 euro a persona. INFO UTILI Le richieste di abbonamento dovranno pervenire all’indirizzo mail compagniadellarte@libero.it. Per informazioni e prenotazioni: +39 388 358 9548.

    Lascia un commento

    * Nome
    * Mail
    Commento
Lunedì 19 ottobre 2020
  RSSFacebookTwitterGoogle +Google +PinterestPinterestPinterest    


Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Unported
@Reserved: Tutti i diritti sono riservati vietato la riproduzione anche parziale i trasgressori verranno puniti dalla legge.
Tutti i video che sono presente in questo sito sono senza scopo di lucro.

Le immagini raffiguranti loghi e marchi delle associazioni sono di proprietà dei rispettivi titolari. NotizieIrno è disponibile alla rimozione di essi in ogni tempo. Le foto presenti sul sito sono state in larga parte prese da Internet, e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, non avranno che da segnalarlo. , che provvederà prontamente alla rimozione delle immagini utilizzate.